Studi scientifici che confermano il nostro lavoro

La nostra vision parte già dal 2015, quindi sono passati già 5 anni.
Nel 2015 abbiamo messo le basi del progetto e l’abbiamo fatto con dei professionisti, coloro che hanno ispirato tutto il lavoro, che fanno parte del mondo del mass market da tantissimi anni.
Chiaramente è stato fornito un grande e prezioso apporto ai nostri studi ed ovviamente, nel tempo, ci siamo imbattuti anche in altri studi.

Uno di questi è lo studio dell’Osservatorio della Fedeltà dell’Università di Parma, che abbiamo iniziato a seguire e che, oggi, è uno dei punti rappresentativi nel parlare di fedeltà e programmi di fidelizzazione, in Italia, diventata ormai anche una voce accademica di grande peso.

Leggendo questo studio, cosa che tutti possiamo fare visitando il loro sito, si continua ad avvalorare tutto quanto il nostro progetto, quindi tutto il loro lavoro per come è stato implementato e per i risultati che ha messo in luce, è qualcosa che rende, ancora una volta, ed in modo ancor più evidente, reale e credibile tutto quanto il nostro lavoro.

E le considerazioni quali sono?

Semplice, in quanto se noi guardiamo i brand ed i retailer, che sono stati intervistati e che danno un certo tipo di risposte (con riferimento a 100, per il campione rappresentativo della platea sottoposta ad indagine), oltre i 2/3, quindi oltre il 66% degli intervistati, sono proprio appartenenti all’industria del largo consumo (29,4%).

GDO Grocery (21%) e Retail Non Food (15,7%) … il cui totale somma più di 66 punti percentuali.

Bene, in questi tre settori, il nostro lavoro di personalizzazione degli sconti, il nostro lavoro di rendere l’utente o cliente consumatore, unico, grazie alla profilazione avanzata e allo studio dei modelli comportamentali, proprio in questi settori si può calare direttamente e verticalmente, senza il bisogno di altre implementazioni varie … è già tutto pronto!

Quindi andiamo a parlare del grosso del lavoro che, ovviamente, può andar bene anche per gli altri settori e, sempre ovviamente, dopo una necessaria personalizzazione per implementare le caratteristiche delle tabelle di base della sua Intelligenza Artificiale.

Il nostro lavoro può dunque guardare ad ogni tipo di settore e, nel mercato del Retail e su due terzi di esso, che sono tra i più importanti, è già implementabile nell’immediato.

Tutti i capitoli di: Fidelizzazione 2.0

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Torna ad inizio pagina