Programmi di fidelizzazione personalizzati e GDPR privacy

Come si pone il nostro software riguardo al GDPR? Come viene tutelata la privacy dei dati che vengono concessi?
Per tutti i ragionamenti che abbiamo appena fatto, nei capitoli precedenti, anche il nostro software, il nostro CRM e l’APP mobile, si pongono in modo assolutamente corretto e rispettoso delle disposizioni di legge e, cosa di estrema importanza, può fornire invece supporto a coloro che hanno necessità, ad esempio, di aggiornare la propria Privacy Policy, permettendo ad ogni persona di sottoscrivere l’aggiornamento rispetto a quanto fatto in precedenza.

Per prima cosa domandiamoci: chi è che emette le fidelity card? Chi è utilizza programmi di fidelizzazione? Negozi, catene di supermercati e, più in generale, chi nella propria attività commerciale voglia fidelizzare e quindi rendere fedeli i propri clienti.

Per poterlo fare, bisogna far firmare ai propri clienti un consenso informato, esplicitando tutte le casistiche nelle quali, il software, o comunque la fidelity card, o comunque la memorizzazione dei dati degli utenti, avrà un impatto.

Diciamo quindi che, per poter emettere le fidelity card ed operare con programmi di fidelizzazione, si deve ottemperare a degli adempimenti in ambito tutela del GDPR, legato alla privacy e gestione e trattamento dei dati personali, per cui, chi le ha già in circolazione avrà già dovuto adeguare le proprie procedure, secondo i nuovi standard normativi.

Abbiamo messo in atto comunque 3 strumenti differenti, che sono altrettante soluzioni operative:

1) Catene di negozi che hanno già in essere strumenti di fidelizzazione, legati a carte fedeltà che hanno un regolamento sulla tutela dei dati personali ed hanno già i consensi firmati da parte dei propri clienti, aggiornati e ben corretti: possono a questo punto far utilizzare, tranquillamente, il nostro software e mobile app, semplicemente integrando (direttamente dall’APP) la propria policy con la firma digitale, del solo consenso integrativo, per l’utilizzo della stessa (APP);

2) Per coloro invece che hanno una carta fedeltà o fidelity card tradizionale, che vogliono, perché devono aggiornare il proprio documento relativo alla privacy: possono utilizzare il nostro software, quindi, possono far scaricare l’APP ai propri clienti, sottoporre loro un duplice documento, sia per l’utilizzo dell’APP, sia per l’aggiornamento del consenso informato che avevano in precedenza sottoscritto. SOLO QUESTO SERVIZIO PUO’ VALERE MOLTE MIGLIAIA DI EURO MA CHE INVECE OFFRIAMO GRATUITAMENTE ALL’INTERNO DEL NOSTRO PACCHETTO;

3) C’è poi l’ultimo caso, che prevede quei clienti che non hanno già a disposizione una carta fedeltà: possono, in questo caso, fare una nuova richiesta tramite APP, ovviamente dopo aver firmato il consenso per l’utilizzo della stessa, per poterla ricevere al punto vendita (che avranno scelto dalla lista), oppure direttamente a casa.

Nel frattempo, tra la richiesta e l’arrivo della fidelity card, riceve un codice temporaneo che può comunque utilizzare provvisoriamente.

Qual è la differenza in questo caso? Che, al di la di tutte le funzionalità di cui è corredata, ossia le promozioni personalizzate, i volantini elettronici ecc, da quel momento in poi, ogni cliente dei nostri clienti, potrà avere la sua fidelity card elettronica, quindi memorizzata all’interno dell’APP, che potrà essere utilizzata al pari di altre APP come ad esempio STOCARD ma, con la sostanziale differenza, che la nostra APP memorizza la sola carta fedeltà dell’insegna o catena di negozi che ha il nostro software.

Questa funzionalità, da sola, fa un suo piccolo servigio alla fedeltà, disincentivando l’utilizzo di aggregatori di fidelity generici, rendendo i propri clienti un pochino più fedeli, mettendoli in condizione di utilizzare appunto la propria APP.

La domanda potrebbe sorgere spontanea: “quindi la fidelity card ordinaria non serve più? La sostituisce?”

Per prima cosa noi, sconsigliando gli sprechi, non diciamo di sostituire le vecchie card fisiche, bensì mantenere il vecchio metodo di emissione delle fidelity card, integrandolo con il nuovo strumento elettronico, con l’obiettivo di “ingaggiare” sempre più in modo digitale il nostro cliente, ma facendolo restare sereno sulla possibilità del duplice utilizzo, sia del nuovo ma anche del vecchio strumento.

Rendere quindi tutto fruibile tramite un’APP appunto, dai volantini alle proposte personalizzate fino al riconoscimento della fidelity card, diventa un metodo che consente gradualità nei cambiamenti, lascia in mano al cliente la possibilità di eseguire questa o quell’azione, non costringendolo ad abbandonare la carta del volantino o la vecchia cara fidelity card dall’oggi al domani, ma abituandolo progressivamente all’utilizzo del nuovo strumento.

Queste sono solo 2 delle tante funzionalità che abbiamo a disposizione, che vanno invece a svolgere delle interazioni piuttosto uniche verso il nostro cliente, non facendo “sostituzione del vecchio”, ma affiancando e offrendo invece nuove possibilità di interazioni, che possano legare sempre più a noi il nostro cliente.

VOGLIAMO ANDARE A VEDERE ALLORA TUTTE LE FUNZIONALITA’ DEL NOSTRO STRUMENTO INTEGRATO PER SCOPRIRE NEL DETTAGLIO OGNI PARTICOLARE?

Tutti i capitoli di: Fidelizzazione 2.0

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Torna ad inizio pagina
error: Alert: Content is protected !!