Innovazione digitale: ecco il perché da sola non può bastare

Abbiamo detto di non dover pensare che il passare da una card fisica, ossia dalla vecchia cara carta fedeltà in formato plastificato, ad una fidelity card elettronica rappresenti una vera e propria integrazione digitale.
Non parliamo poi degli aggiornamenti, perché sappiamo che anche questi sarebbero una componente potenzialmente negativa su tutto “l’ecosistema digitale”.

Sappiamo che ogni APP che viene sviluppata, sia per Android che per Ios, deve costantemente essere aggiornata per evitare che, con le graduali ma costanti revisioni dei sistemi operativi, si generino tutti quei piccoli bug o errori di sistema, piuttosto che si debba intervenire più o meno spesso per sistemare la visibilità delle stesse cose su risoluzioni differenti. Perché?

Semplicemente perché già abbiamo una differenza tra desktop e mobile … sappiamo che ci sono due tipologie di risoluzioni differenti, dobbiamo poi suddividere il mobile in smartphone e tablet, ognuno dei quali ha poi schermo e risoluzioni ancora diversi, per cui ci si imbatte spesso in applicazioni che hanno difetti di compatibilità rilevati anche all’origine.

Ci ritroviamo infatti il messaggio su Google Play che ci dice “l’App è compatibile con alcuni dei tuoi dispositivi” proprio come quello sottostante:

Come vedete dallo screenshot sopra esposto, mi compare questo messaggio su, nientemeno … l’APP di Trenitalia … e mi avverte che non tutti i miei dispositivi (di cui ovviamente Google Play è a conoscenza), sono compatibili con l’applicazione che, non potrò scaricare quindi su qualcuno di essi.

I problemi di compatibilità come questo sono all’ordine del giorno e, anche una società grande ed importante come Trenitalia, fatica a rendere accessibile per tutti, la propria applicazione.

Figuriamoci cosa potrebbe succedere a noi …

Tutto questo può tradursi, tornando al nostro ragionamento iniziale, in maggiori costi da sostenere.

Quindi, una card fisica oppure una card memorizzata su supporti digitali (come STOCARD), non fa nessuna differenza, per cui ribadiamo, ancora una volta, che se il vostro pensiero è quello di investire denaro per tradurre in elettronico quello che oggi è fisico, come strumento di riconoscimento … investendo soldi … SAPPIATE CHE È ASSOLUTAMENTE INUTILE!!! SAREBBERO TUTTI SOLDI BUTTATI!

Per non parlare delle fasce di età … in quanto, anche li, si cela un potenziale problema: la ricettività verso gli strumenti digitali per quelle persone che sono in una fascia d’età avanzata.

La nostra ferma convinzione è quella di rimanere con un sistema come quello attuale, carta fedeltà di plastica.

Quello che va integrato, in modo importante e spinto, è il programma di fidelizzazione che ci deve essere alle spalle.

Come possiamo vedere dal sondaggio della LoyaltyOne, anche nella fascia d’età più basse e, sebbene adesso la preferenza per gli strumenti di tipo mobile aumenta ovviamente, resta comunque una percentuale residuale ancora molto importante.

Andando a vedere nella fascia d’età 18/34 anni, ovviamente, il 45% ha preferenze per le APP di tipo mobile mentre, dall’altra parte abbiamo il 55% delle persone; vediamo quindi come, ancora oggi, abbiamo la maggior parte delle persone che propendono per una card fisica e non c’è nessun dato, nessuna fonte che ci documenti come il semplice cambiamento dal fisico al digitale, rappresenti un avanzamento.

Ricordate che abbiamo parlato di un tasso di soddisfazione basso del cliente … al 18% ossia, solo 18 utenti su 100, realmente, compiono delle vere e proprie interazioni con chi gli da dei regali, dei soldi o comunque dei premi legati al suo ripetere atti di acquisto verso una determinata insegna, punto vendita o catena di punti vendita, dunque dei meccanismi di fidelizzazione.

È proprio lì invece, ossia nei meccanismi e nei programmi di fidelizzazione, che bisogna andare a spostare le risorse; lì vanno fatti dei corposi investimenti perché quello è il cuore di tutto il sistema di fidelizzazione e, quindi non semplicemente, il passaggio di un sistema di riconoscimento da fisico a digitale fine a se stesso.

Tutti i capitoli di: Fidelizzazione 2.0

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Torna ad inizio pagina
error: Alert: Content is protected !!